Skip to content

FOTUN.INFO

Amici delle Nazioni Unite. Condividi i tuoi file con gli amici

SCARICARE CUD PENSIONATO INPS


    L'Inps rende disponibile in modalità telematica la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati (CUD) direttamente sul portale web. Nuovo servizio per la trasmissione dei dati retributivi necessari al pagamento delle prestazioni di malattia ai lavoratori marittimi. Facendo seguito alla Circolare n. Il servizio consente di visualizzare, scaricare e stampare il modello della CU I pensionati possono utilizzare anche il servizio Cedolino. I pensionati INPS hanno diversi modi per ottenere il proprio CUD INPS: é possibile scaricarlo direttamente online dal sito dell'INPS (occorre essere in possesso. I pensionati non riceveranno più il proprio CUD a casa, ma sarà disponibile online L'Inps però continua, come con il modello Cud, a non aiutare gli anziani ad.

    Nome: re cud pensionato inps
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:46.80 Megabytes

    Che siate lavoratori o pensionati, avete sempre bisogno della certificazione dei vostri redditi ai fini della dichiarazione: ecco dove trovare il Cud o la Cu. Dalla burocrazia non si scappa.

    E neanche dal classico appuntamento annuale con la dichiarazione dei redditi. E noi dobbiamo essere sempre pronti a rispettare richieste e scadenze. Come quella che ogni anno ci chiede quanti redditi abbiamo percepito.

    Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito sommario delle linee guida. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o premendo il tasto Accetto o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie.

    INPS - Certificazione Unica (Cittadino)

    Mostra la navigazione. Tutti i risultati. Certificazione Unica il servizio è online 21 marzo Pubblicato il 18 marzo Aggiornato il 21 marzo Condividi questo contenuto:. Salva Stampa.

    Informazioni

    Modelli scaricati al 20 marzo PDF Kb. Per Continuare.

    Aiutaci a migliorare questa pagina Scopri come usare il portale. Insomma, ancora una volta le associazioni dei disabili, in primis l'Unione, sono chiamate a tutelare i soggetti che rappresentano, affinché siano garantiti i loro diritti: non va dimenticato, infatti, che ogni cittadino a diritto di conoscere quanto gli è stato erogato e quanto gli è stato trattenuto e che la presentazione della dichiarazione dei redditi, tranne alcuni casi particolari, è un obbligo, la cui inosservanza è sanzionata pesantemente.

    Facciamo, allora, un breve riassunto della prima parte, prima di passare al secondo e, speriamo, conclusivo episodio. Con la circolare n.

    Nei due comunicati sono stati illustrati anche gli strumenti a disposizione dei cittadini per ottenere la certificazione utile per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

    L'UICI ha tempestivamente dato ampio risalto alla novità, sia attraverso la stampa associativa, sia tramite i messaggi e le newsletter delle Sezioni Provinciali, in modo da garantire una capillare diffusione tra i minorati della vista anziani. Il 13 marzo è "andata in onda" la seconda puntata: l'ente previdenziale ha integrato la circolare n.

    Chi ha la disponibilità di un'indirizzo di posta elettronica, anche non certificata, potrà chiedere la certificazione reddituale, inviando una e-mail all'indirizzo richiestaCUD postacert. In altre parole, il pensionato, aiutato da un familiare se non è in grado di utilizzare gli strumenti informatici, dovrà redigere la richiesta a mano o con un programma di videoscrittura, firmarla, digitalizzarla, cioè passare allo scanner l'istanza ed il documento di riconoscimento, e, finalmente, inviare il tutto all'indirizzo mail sopra indicato, attendendo la risposta, i cui tempi di evasione non sono specificati.

    Come nella precedente puntata, una serie di interrogativi sorge ancora una volta spontanea: praticamente tutte le famiglie d'Italia hanno tra i loro componenti una o più persone anziane; allora, perché non è stata prevista, fin dall'inizio, la possibilità di richiedere il CUD via posta elettronica ordinaria, dato che, in genere, un figlio, un nipote o un altro congiunto possiedono un indirizzo e-mail dal quale spedire la richiesta?

    Ma, più in generale, viene da chiedersi: i costi del personale addetto alla spedizione dei CUD, sottratto ad altre attività, del numero verde, che, come tutti sappiamo, prevede l'addebito delle chiamate al ricevente, delle spedizioni cartacee tramite gli uffici postali, nonché le spese accessorie, non risulteranno, a conti fatti, superiori a quelle che l'Istituto avrebbe sostenuto spedendo il CUD a tutti, come è avvenuto fino all'anno scorso?

    Piuttosto che creare confusione tra persone che già hanno difficoltà a districarsi tra i mille adempimenti della vita quotidiana, non sarebbe risultato più economico bloccare la spedizione automatica della certificazione reddituale solo a coloro che siano già in possesso dell'abilitazione ai servizi telematici dell'INPS, lanciando, nel contempo, una campagna d'informazione sui vantaggi dell'informatizzazione, finalizzata a convincere i pigri e gli indecisi a richiedere il PIN?

    Ancora una volta l'innovazione tecnologica italiana passa attraverso confusione ed incertezze, coinvolgendo, o, meglio, travolgendo i cittadini più fragili.