Skip to content

FOTUN.INFO

Amici delle Nazioni Unite. Condividi i tuoi file con gli amici

SCARICA CONDENSATORE LAVATRICE


    Ciao a tutti,. vi faccio una domanda da TOTALE INESPERTO in materia.. Poco tempo fa si è guastata in maniera irrecuperabile la mia lavatrice. In questa guida spieghiamo come sostituire il condensatore di una lavatrice. Spesso la lavatrice può dare problemi, soprattutto legati alla. Come Scaricare un Condensatore. I condensatori si trovano in moltissimi dispositivi elettrici e parti di apparecchiature elettroniche. Essi immagazzinano. Se il motore della tua lavatrice emana un rumore simile a un ronzio e non Il modo più conveniente di scaricare un condensatore è collegare i terminali a. Lavatrice rex non gira cestello ma carica scarica Buonasera a tutti Ho sia andato o il condensatore o le spazzole a secondo che il motore sia.

    Nome: condensatore lavatrice
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:70.41 Megabytes

    Una delle problematiche più comuni è il non funzionamento della centrifuga. La lavatrice si accende, il cestello gira e tutto sembra andare per il verso giusto. Ma quali sono le cause di questi problemi? E soprattutto, come fare per risolverli? Chiamare un tecnico, direte voi. Qui di seguito verranno illustrate le ragioni principali.

    Nel caso in cui la lavatrice non centrifuga a causa di un problema di scarico, è necessario controllare il filtro e il tubo di scarico. Se questa azione non fosse sufficiente, allora il problema sarà dovuto dal tubo. Nel caso in cui esso risulti piegato è opportuno provare a raddrizzarlo.

    Il gioco è fatto! Per fortuna si tratta di un semplice componente di plastica facilmente sostituibile e che non ha un costo troppo elevato. Se essa sono risulta rovinata è necessario sostituirla. Sarà sufficiente far scivolare il componente vecchio fuori dalla trasmissione e dalle pulegge del motore e inserire la cinghia nuova.

    In caso il problema sia dovuto al condensatore, la soluzione è sostituirlo. Si tratta di un componente che non costa molto ed è collegato con due fili è opportuno non confonderlo con il filtro antidisturbo.

    Sopra presenta dei numeri che indicano i microfad del condensatore; è necessario acquistarne uno con le stesse caratteristiche e sostituirlo. Fate sempre attenzione al pezzo che comprate! Dunque sotto lo sforzo del carico del cestello non riesce a sostenere il movimento e slitta. Se questo fosse il problema, dovrebbero esserci tracce di fibra dovute allo slittamento.

    In questo caso la soluzione è analoga a quanto detto precedentemente in caso rottura della cinghia.

    La puleggia è una componente indispensabile per il funzionamento della lavatrice, pertanto un suo deterioramento comporta problemi per la centrifuga. Dunque è necessario controllare come è fissata e, in caso fosse danneggiata, sostituirla. Ma anche un cestello troppo vuoto e leggero potrebbe causare problemi. Soprattutto le nuove lavatrici hanno sensori di bilanciamento e pertanto quando il cestello è troppo vuoto o troppo pieno non centrifugano.

    Dunque se si tratta di un problema di sbilanciamento, è opportuno regolare il carico dei panni da lavare e possibilmente ricalibrare la lavatrice.

    Per effettuare la calibrazione è meglio seguire le indicazioni contenute sul libretto di istruzione, in quanto per ogni lavatrice il procedimento potrebbe cambiare. Tra i vari compiti che coordina, vi è anche quello di gestire i giri della centrifuga. Dunque se la scheda presenta dei componenti bruciati è inevitabile che non funzioni e che la centrifuga lavori correttamente. La tachimetrica è una macchinetta che genera una tensione continua.

    Quindi se la tachimetrica non funziona correttamente, è necessario sostituirla e farlo è più semplice di quanto si possa pensare. Localizzare il condensatore, normalmente posto nella parte superiore della macchina, nei pressi del morsetto di alimentazione. Svitare il dado che lo blocca, non prima di aver staccato la spina della lavatrice dalla presa alla quale è collegata.

    Con una pinza a becchi isolata scollegare i fili che gli portano corrente, estrarlo senza toccare i morsetti e provvedere subito a scaricarlo con un cacciavite isolato. A questo punto procedere a rilevare la capacità del condensatore con la sezione capacimetro del tester.

    Se questa non è uguale. Attenzione che se il condensatore fosse completamente scarico o scoppiato. Un'anomalia del genere. Rilevare la tensione della stessa premendo nella parte al centro tra le due pulegge: vi dovrebbe essere un gioco di uno: due centimetri.

    Lavatrice non centrifuga? Possibili cause e soluzioni al dubbio amletico

    Se la cinghia va tesa, bisogna allentare il dado che blocca il perno di fissaggio del motore nella parte della vasca dove è presente l'asola di registrazione, e anche quello che fissa l'altro perno al foro fisso. Il motore a questo punto dovrebbe muoversi verso il basso, per effetto del suo stesso peso. Eventualmente lo si aiuti con la mano. Stringere i dadi, avendo cura di non applicare sugli stessi un'eccessiva coppia, onde non spezzare i lunghi bulloni che sostengono il motore tra la staffa anteriore e posteriore della vasca.

    Il motore gira nel lavaggio, ma non in centrifuga.

    Si proceda ad un primo controllo del valore omhico degli avvolgimenti del motore direttamente dal connettore sulla sua carcassa. Nei motori attualmente usati. Si imposti il tester sulla sezione ohm con un range da 0 a e si verifichi il valore esistente tra comune e un contatto del lavaggio: si dovrebbe avere una lettura di circa una sessantina di ohm; si sposti ora il puntale sul lavaggio sull'altro contatto di questa sezione, mantenendo il puntale preso sul comune in posizione: si dovrebbe avere una lettura dell'identico valore riscontrato in precedenza; differenze oltre i 6 , 7 ohm.

    Letture molto diverse da questo esempio, denunciano anomalie. E' chiaro che non si deve mai riscontrare neanche il cortocircuito o l'interruzione in uno qualsiasi dei rilevamenti svolti. Per effettuare le verifiche sopra descritte bisogna conoscere la disposizione dei contatti nel morsetto sulla carcassa del motore.

    L'unico modo veramente sicuro è quello di disporre dello schema elettrico programmatore-modello lavatrice della macchina in oggetto. Se il motore va sostituito, normalmente quest'operazione è semplice e veloce tranne rari casi di macchine in cui "si lavora veramente male". E' sufficiente svitare i dadi di bloccaggio dei perni-motore alle staffe della vasca dopo aver tolto la cinghia. Si fa scivolare il motore in basso, verso il pavimento.

    Lavatrice rex non scarica e non centrifuga

    Se il motore nuovo viene fornito senza i tubetti di metallo e i relativi tamponcini in gomma nei quali vanno infilati i lunghi bulloni che sostengono e fissano il motore alla vasca, questi vanno levati dal componente vecchio, e rimessi in quello nuovo.

    Una volta riposizionato il motore nuovo, si proceda alla tensione della cinghia come indicato sopra. Attenzione: svolgere tutte le operazioni di verifica e sostituzione, con la lavatrice scollegata dalla rete elettrica.

    Se il motore sembra buono, allora bisogna verificare che il programmatore gli " dia il condensatore" regolarmente, sia in lavaggio che in centrifuga. Si posizioni il programmatore all'inizio di un ciclo di lavaggio. Con i morsetti motore e cablaggio regolarmente connessi, verificare che al motore arrivi corrente tra il comune e un morsetto del lavaggio: se vi sono i regolari Volts, spostare velocemente il puntale preso sul lavaggio, sul contatto accanto sempre di questa sezione: si deve rilevare anche adesso una tensione di Volts: se non la si rileva, o si constata un valore inferiore, il programmatore è guasto e va sostituito.

    Lavatrice: cosa fare quando la lavatrice non centrifuga

    Nello stesso modo si controlla che arrivi regolarmente corrente agli avvolgimenti della centrifuga, chiaramente dopo aver posizionato la macchina sull'ultimo risciacquo. E' l'altro tipo di motore normalmente utilizzato su di una lavatrice. Contrariamente al motore asincrono, non ha sezioni distinte di lavaggio e centrifuga, non necessita del condensatore di spunto.

    Per questo motivo è montato in macchine aventi la velocità di rotazione della centrifuga regolabile con continuità dai valori minimi a quelli massimi disponibili.

    Non è raro trovare macchine, specialmente di produzione tedesca, aventi velocità di centrifuga massime, nell'ordine dei giri al minuto. Senza scendere in inutili dettagli tecnici, segue ora una descrizione della costruzione e del funzionamento di questo tipo di motore. Questo tipo di motore è composto da uno statore e da un rotore dotati entrambi di avvolgimenti elettrici. Le spazzole devono poter strisciare sul collettore in modo sicuro e costante anche via via che si consumano.

    A questo provvede una molla dentro a ciascun portaspazzola. Quando ad essi giunge corrente, l'azione reciproca dei campi magnetici generati da entrambi, mette in rotazione il rotore. Questo tipo di motore deve essere alimentato in serie, in altre parole la corrente che arriva ad un capo dello statore lo percorre tutto uscendo dall'altro capo, entra nel rotore tramite una spazzola, lo percorre, ed esce dall'altra spazzola ricollegandosi all'altro capo della linea elettrica.

    Il salvamotore è una specie di fusibile a riarmo automatico che potrebbe aprirsi in occasioni di surriscaldamento del motore o sovrassorbimento di corrente da parte dello stesso a causa di situazioni di lavoro anomale. La bobina tachimetrica rileva il numero dei giri effettuati dal motore, e "dialoga" col modulo preposto alla gestione dei giri e verso di rotazione del motore stesso.

    Alla corretta messa in serie degli avvolgimenti del motore provvede sempre il modulo, pilotato a sua volta dal programmatore.