Skip to content

FOTUN.INFO

Amici delle Nazioni Unite. Condividi i tuoi file con gli amici

DURC INPS SCARICARE


    Contents
  1. D.U.R.C. On Line
  2. Durc online, che cos’è e come richiederlo (via Inps e Inail)
  3. Autocertificazione Durc – Documento Unico di Regolarità Contributiva
  4. Come richiedere il Durc

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) è il documento con il quale, in modalità telematica e in tempo reale, indicando esclusivamente il codice. INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Tutti i risultati ottenuti ricercando durc on line. Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) unico di regolarità contributiva (DURC) – il certificato. Tutti i risultati ottenuti ricercando richiesta durc. Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) regolarità contributiva (DURC) – il certificato che. Accedi ai servizi del Durc online e scopri tutte le informazioni su come reale, l' Inps, l'Inail e le Casse edili trasmettono tramite Pec, all'interessato (impresa.

Nome: durc inps re
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:51.30 Megabytes

DURC INPS SCARICARE

Leggi tutte le novità sulla nuova manovra finanziaria del Con la recente manovra finanziaria possono avere un regolare DURC anche coloro a cui sia stata approvata la rottamazione delle cartelle di Equitalia, ovvero tutti coloro ai cui viene riservato un trattamento speciale che non provvede l'applicazione degli interessi di mora.

Come richiedere il DURC? Questa possibilità rimane valida a condizione che le diverse rate vengano regolarmente pagate. Chi deve presentare il DURC? Sono tenute a presentare necessariamente il DURC le imprese che: vogliano fare domanda per sovvenzioni, finanziamenti o agevolazioni prendono parte ad un appalto o subappalto per dei lavori pubblici effettuano per privati dei lavori che richiedano la concessione edilizia o la dichiarazione di inizio attività edilizia vogliano avere l'attestazione SOA dagli Organismi di Attestazione che serve per partecipare a gare di appalto poichè dimostra la capacità dell'impresa di svolgere questo lavoro vogliano registrarsi all'Albo dei fornitori ovvero una piattaforma telematica che elenca tutti i fornitori di un determinato bene o servizi che siano qualificati e operino secondo le regole.

Termini correlati Credito Debito. Debitoor rispetta tutte le regole di fatturazione e contabilità italiane ed è approvato dai commercialisti.

Ora, il Documento unico di regolarità contributiva DURC va rilasciato nel caso l'impresa sia in possesso di una certificazione attestante la sussistenza di crediti certi, liquidi ed esigibili, vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione, di importo almeno pari agli oneri contributivi previdenziali ed assistenziali accertati e non ancora versati da parte di un medesimo soggetto. Modalita' di rilascio e di utilizzo del DURC Gli enti tenuti al rilascio del DURC, su richiesta del soggetto titolare dei crediti certificati, che non abbia provveduto al versamento dei contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi nei termini previsti, devono emettere il DURC con l'indicazione che il rilascio e' avvenuto ai sensi del comma 5 dell'art.

Nell'ipotesi di utilizzo del DURC per ottenere il pagamento da parte di Pubbliche Amministrazioni degli stati di avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture, si applica il comma 2 dell'art.

Al fine di assicurare l'assenza di effetti negativi sui saldi di finanza pubblica, l'intervento sostitutivo si applica alle erogazioni, a carico di Pubbliche Amministrazioni, a qualsiasi titolo spettanti al soggetto. La circolare ministeriale indica gli elementi che devono essere contenuti nel documento e precisa anche che la disciplina contenuta all'art.

Le indicazioni ministeriali Gli Istituti previdenziali e le Casse edili sono tenuti a rilasciare il DURC alle imprese che hanno ottenuto la certificazione di uno o più crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione. Il Documento è rilasciato su richiesta del soggetto titolare dei crediti certificati. Viene, inoltre, messo in evidenza che il Legislatore ha voluto fissare, in modo positivo, il principio per il quale la Pubblica Amministrazione, ove tenuta ad effettuare un pagamento a favore di un terzo, è obbligata previamente a garantire la copertura del debito evidenziato nel DURC.

A cio' si aggiunge che in sede legislativa con il D. Gli Istituti previdenziali e le Casse Edili, con proprie determinazioni definiranno il procedimento amministrativo in base al quale le predette disposizioni dovranno trovare applicazione. E' questo in sintesi il contenuto della nuova circolare n. Con la circolare n. Il DURC emesso ai sensi dell'art. Le modalità di attuazione di tale disposto, sono state individuate dal D.

Contestualmente il legislatore ha definito l'obbligo per le imprese di dotarsi di PEC, quale indirizzo pubblico informatico di riferimento per ciascuna di esse. In particolare, si individuano gli adempimenti per i quali deve essere verificata la regolarità contributiva nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, confermando, seppur con alcune modifiche, i principi enunciati nelle circolari: - del Ministero del Lavoro 8 ottobre , n.

Trattasi di una disposizione introdotta, in sede di conversione del D. I DURC rilasciati prima del 21 agosto u. DURC richiesti fino alla stipula del contratto Il primo raggruppa le fattispecie elencate alle lettere a , b e c del comma 4 e comprende i DURC richiesti fino alla stipula del contratto. Va tuttavia precisato che, con specifico riferimento al DURC acquisito ai fini di cui alla lett.

Peraltro, in sede di conversione del D. Fasi successive alla stipula del contratto Il secondo raggruppamento si riferisce alle fasi successive alla stipula del contratto, elencate alle lettere d e e , ad esclusione, tuttavia, della fase correlata al pagamento del saldo finale.

D.U.R.C. On Line

La formulazione della legge consente di ritenere che, dopo la stipula del contratto, il DURC vada acquisito non già a partire dal momento appena successivo alla conclusione del contratto ma solo al concreto verificarsi delle ipotesi di cui alle lettere d ed e , con esclusione di quello previsto, come sopra detto, per il pagamento del saldo finale.

Unica eccezione, si ribadisce, è costituita dal DURC previsto per la fase del pagamento del saldo finale, ossia per ogni pagamento che definisce i rapporti tra appaltante e appaltatore ultima fattura. Nel successivo comma 8-sexies, aggiunto dalla legge di conversione, si stabilisce che "Fino al 31 dicembre la disposizione di cui al comma 5, primo periodo, si applica anche ai lavori edili per i soggetti privati".

Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, per la fruizione dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e per i finanziamenti e le sovvenzioni previsti a livello comunitario, statale e regionale la validità del DURC resterà di giorni dalla data del rilascio.

Stante la valenza della previsione, si sottolinea che la stessa, pur se inserita tra disposizioni tutte attinenti specificamente ai contratti pubblici, debba applicarsi ad ogni diversa tipologia di verifica operata dagli Enti previdenziali in sede di rilascio del DURC. Nuove semplificazioni In sede di conversione del D. Da ultimo va ricordato che, almeno sino al 31 dicembre , il Legislatore ha scelto di estendere la durata giorni di validità del DURC anche ai lavori edili per i soggetti privati.

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità. L'INAIL, sulla base di tali premesse, ha elaborato un elenco delle modifiche effettuate sui certificati, suddivise per richiedente e tipo di richiesta. Il nuovo sistema, operativo dal prossimo mese di aprile, presenterà nuove caratteristiche che riassumiamo brevemente. Tale esclusione riguarderà solo il mese per cui è generato il Semaforo rosso , poiché per il mese successivo i sistemi informativi centrali attiveranno nuovamente la richiesta di DURC interno e la sequenza delle operazioni descritte.

Se il datore di lavoro regolarizza, si originerà un DURC interno positivo sul nuovo mese considerato. Lo slittamento viene disposto in considerazione delle difficoltà intervenute in fase di avvio del sistema delineato dal messaggio n. I contenuti del D. Il provvedimento contiene, negli articoli 1 e 2, interventi di semplificazione sul contratto a termine e sul contratto di apprendistato per renderli più coerenti con le esigenze attuali del contesto occupazionale e produttivo, e, nell'art.

Se vuoi scaricare il testo del decreto-legge n. I contenuti del decreto approvato dalla Camera dei Deputati Il 24 aprile , con voti favorevoli e contrari, la Camera dei Deputati ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del provvedimento nel testo della Commissione riguardante il disegno di legge di conversione del decreto-legge 20 marzo , n.

Se vuoi approfondire i contenuti e scaricare il testo del decreto approvato dalla Camera , clicca QUI. I 15 giorni utili alla regolarizzazione decorreranno dalla data di notifica della nuova comunicazione, regolarmente recapitata come attestato dalla notifica di consegna.

Il predetto Tribunale ha concluso definendo che la condizione di regolarità, anche per la verifica di autodichiarazione, deve sussistere alla scadenza del termine di 15 giorni assegnato per la regolarizzazione.

Sui profili fin qui delineati, l'INPS ricorda che si è pronunciato il Ministero del Lavoro che, appositamente interessato al riguardo, con nota del 19 agosto , Prot. In tal caso, rimandando comunque alla circolare n.

Con la Circolare n. Il possesso della regolarità contributiva, unitamente agli altri obblighi di legge e al rispetto della parte economica e normativa degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, costituisce condizione necessaria per la fruizione di benefici normativi e contributivi. Fanno, infatti, il loro ingresso nella nuova tabella diverse figure contrattuali per le quali sono stati destinati, in questi anni, importi considerevoli a titolo di beneficio contributivo.

Ordinario n.

Durc online, che cos’è e come richiederlo (via Inps e Inail)

Il provvedimento, contenente una serie di interventi in materia di lavoro, ha ridefinito i criteri per il rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva DURC nel caso di definizione agevolata dei debiti contributivi attraverso la rottamazione delle cartelle.

In tale ipotesi il DURC viene rilasciato, sussistendo tutti gli altri requisiti di regolarità, a seguito della presentazione da parte del debitore della dichiarazione di volersi avvalere di tale procedura. Si ricorda che la cd.

Il Decreto Legge n. In caso di mancato ovvero di insufficiente o tardivo versamento dell'unica rata ovvero di una rata di quelle in cui e' stato dilazionato il pagamento delle somme dovute ai fini della predetta definizione agevolata, tutti i DURC rilasciati in attuazione del comma 1 sono annullati dagli Enti preposti alla verifica. A tal fine, l'agente della riscossione comunica agli Enti il regolare versamento delle rate accordate.

Autocertificazione Durc – Documento Unico di Regolarità Contributiva

Dunque, in caso di definizione agevolata di debiti contributivi è possibile ottenere il DURC dal momento in cui viene presentata la dichiarazione di adesione alla rottamazione dei ruoli.

I testi dei citati provvedimenti sono riportati nei Riferimenti normativi. Giuridicamente la Cassa Edile si configura come un'associazione non riconosciuta a carattere privatistico e senza scopo di lucro. Gli organismi di gestione ed amministrazione della Cassa sono costituiti in forma paritetica da rappresentanti delle associazioni locali dei datori di lavoro e delle organizzazioni sindacali di categoria.

La Cassa, inizialmente costituita per porre freno al disagio lavorativo e dare stabilità al settore, ha acquisito nel tempo una profonda esperienza di gestione degli strumenti contrattuali, fino ad assumere ai giorni nostri la connotazione di ente mutualistico , in una duplice accezione, quella di strumento per la salvaguardia dei diritti retributivi e contrattuali dei lavoratori e quella di meccanismo per la riduzione dei costi e degli oneri connessi alla disciplina contrattuale.

Ne fa fede la natura ed il livello delle prestazioni che la Cassa è stata chiamata ad assumere, sia in previsione di quanto demandato dal contratto nazionale che in attuazione delle forme di assistenza aggiuntive concordate dalle locali associazioni datoriali e sindacali.

Al riguardo va menzionata l'erogazione di prestazioni che per loro natura non possono essere ricondotte nello specifico ambito aziendale, quali gli istituti di incremento retributivo collegati all'anzianità di settore, come pure gli interventi attuati attraverso il meccanismo solidaristico della mutualità: prima le integrazioni economiche per malattia ed infortunio e poi le prestazioni sanitarie e sociali a carattere collaterale, per finire con l'integrazione di interventi pubblici, attraverso piani sanitari integrativi e previdenza complementare.

Per tutti questi motivi, l'iscrizione in Cassa Edile è divenuta elemento decisivo per la definizione dello "status" giuridico sociale del lavoratore delle costruzioni , ovvero lo status che deriva al lavoratore stesso dal godimento dei diritti e benefici che nascono dalla contrattazione collettiva.

A maggior ragione, se si considera che la legislazione sugli appalti pubblici ha definitivamente reso obbligatoria l'iscrizione in Cassa Edile per tutte le imprese che svolgono lavori pubblici. Di fatti, il legislatore, da una parte facendo leva sul presupposto dell'iscrizione in Cassa Edile come garanzia per la corretta applicazione dei diritti e dei doveri derivanti dalla contrattazione collettiva e dall'altra intuendo il forte legame esistente tra regolarità contributiva, rispetto ed applicazione del valore del lavorare in sicurezza, ha fornito in questi ultimi anni ampia legittimazione giuridica alle Casse Edili.

La legge 19 marzo n. Si osservi che gli obblighi previsti dalla citata legge sono esplicitamente estesi anche alle imprese subappaltatrici per tramite dell'impresa appaltatrice. Il successivo D.

Successivamente il D. Ancora successivamente è intervenuto il disposto del D.

Non va poi dimenticato che la concessione alle imprese edili di qualsiasi beneficio di natura fiscale o contributiva risulta oggi subordinato alla verifica sull'iscrizione e regolarità contributiva nonchè contrattuale delle imprese in relazione agli obblighi delle stesse nei confronti degli istituti previdenziali ed assicurativi, tra cui la Cassa Edile.

Analoga previsione sussiste nel nuovo sistema di qualificazione per le imprese che partecipano alle gare per lavori pubblici attraverso l'attestazione degli organismi SOA.

Se vuoi approfondire questo argomento , clicca QUI. Se vuoi accedere alla nuova sezione , clicca QUI. Gli uffici prenderanno in carico la domanda pervenuta e, ricorrendone i presupposti, provvederanno entro 30 giorni a trasmettere il certificato direttamente al professionista interessato.

Per scaricare il modulo di autocertificazione con firma digitale , clicca QUI. Per scaricare il modulo di autocertificazione in modalità cartacea , clicca QUI. Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Lettera-Circolare del 14 luglio , n. INPS - Circolare n. Testo congiunto approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come richiedere il Durc

Precisazioni e chiarimenti. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre Decreto del Ministro del lavoro 24 ottobre Benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e Documento Unico di Regolarità contributiva. Modalità operative e procedurali per la verifica mensile del requisito di regolarità.

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali - Circolare n. Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali del 15 dicembre , n. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale per l'attività ispettiva - Circolare 8 ottobre , n. Circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. Regolamento attuativo del Codice dei Contratti Pubblici.

Non autocertificabilità. Modifiche apportate dall'art. Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. DURC e autocertificazione. Primi adeguamenti effettuati con il rilascio della versione 4. Emissione delle note di rettifica con la nuova procedura di Gestione contributiva DM Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Circolare n. Decreto interministeriale 30 gennaio INPS - Messaggio del 25 luglio , n.

Avvio del nuovo iter gestionale. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Direzione Generale per l'attività ispettiva - Circolare del 2 novembre , n. INPS - Messaggio del 24 febbraio , n. INPS - Circolare del 2 maggio , n.

A questo punto, una volta inserito il PIN, è possibile inviare la richiesta. Leggi i Contenuti per Settore.

Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Energia. Risorse Umane. Legale e Tributario. Digital Marketing. Project Management. Resta Aggiornato!!!

Si prega di inserire una Email. Acconsento secondo le norme della Privacy Acconsento. Registrati Gratuitamente.

Ambiente e Sicurezza sul Lavoro: come gestire gli adempimenti Nei luoghi di lavoro si deve garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori rispettando anche la normativa in campo Google pubblica le 10 caratteristiche che definiscono il Investimenti finanziari, impegno, risorse e ben 10 anni di studi hanno portato gli esperti Google, tramite la ricerca L'impresa o il lavoratore autonomo accedono in relazione alla propria posizione contributiva, ovvero delegano l'adempimento a chiunque vi abbia interesse.

Le banche o gli intermediari finanziari accedono, previa delega del soggetto titolare del credito, in relazione alle cessioni dei crediti certificati. In caso di delega, occorre un apposito atto che deve essere comunicato dal delegante agli istituti e conservato dal soggetto delegato che effettua la verifica sotto la propria responsabilità. L'accesso al Durc online, per tali utenti, avviene esclusivamente dal portale INPS tramite il servizio dedicato. Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse. In quest'area è presente il contenuto della pagina.

Vai al Contenuto Vai alla navigazione del sito sommario delle linee guida. Per vedere quali cookie utilizziamo leggi l'informativa. Chiudendo questo banner o premendo il tasto Accetto o continuando a navigare sul sito si acconsente all'uso dei cookie.